In seguito al bando “imprese nazionali” l’Emilia-Romagna approva e finanzia 9 opere audiovisive con un costo complessivo di 834 mila euro.

Continua dunque la crescita dell’Emilia -Romagna nel panorama delle terre più attive nel sostegno di progetti cinematografici. Sono sempre di più i progetti che ogni anno si candidano per partecipare al bando “imprese nazionali”, quest’anno, infatti, si sono candidati 41 progetti, 8 in più rispetto all’anno scorso.

La Giunta regionale ha approvato la graduatoria della prima finestra del bando per il sostegno alla produzione di opere cinematografiche e audiovisive realizzate da imprese nazionali, europee ed extraeuropee. Il lavoro di selezione della giunta, per la prima finestra di questo bando, ha portato a una graduatoria di 20 progetti finanziabili su 33 ammessi alla valutazione; approvando poi i suddetti 9 e assegnandogli contributi per circa 834 mila euro.

Tra i 9 progetti del bando approvati troviamo: cinque opere cinematografiche, due opere televisive e due documentari. I contributi previsti dal bando per ogni singolo progetto ammontano a un massimo di 150.000 euro, con una dotazione complessiva per il 2021 di 1.200.000 euro.

Il gruppo di valutazione dei progetti che ha svolto la selezione è formato dal responsabile Emilia-Romagna Film Commission  Fabio Abagnato, la segretaria regionale Agis-Anec Emilia Romagna Elena Pagnoni e il ricercatore senior presso il Dipartimento delle Arti – Università di Bologna Marco Cucco. Ed è proprio in presenza di Fabio Abagnato e Mauro Felicori (assessore regionale alla Cultura e Paesaggio) che oggi a Bologna si è tenuta la conferenza stampa per presentare gli esiti del bando.