MIADigital

Con l’emergenza coronavirus cambiano anche la TV e le piattaforme on demand. Tanti i nuovi contenuti free e i cambi di palinsesto previsti per le prossime settimane.

Con il nuovo decreto che prevede nuove misure in tutta l’Italia per il contenimento del coronavirus e la campagna #iorestoacasa, arriva la reazione anche dell’audiovisivo: nuovi palinsesti per la TV e contenuti free per alcune piattaforme on demand. Dal 9 marzo 2020, Amazon Prime Video ha annunciato il libero accesso ai propri contenuti per 30 giorni in tutte le zone rosse. Con l’estensione delle zone rosse a tutta Italia è possibile che anche l’accesso free venga esteso su tutto il territorio nazionale. Anche la piattaforma Raiplay ha reso possibile l‘accesso senza iscrizione ai propri contenuti, fruibili senza le credenziali a partire dalle ore 10.30 del 10 marzo. L’iniziativa desidera incrementare l’edutainment, ovvero intrattenimento educativo e culturale per tutte le età.

Mediaset e Rai si ritrovano a dover sospendere le riprese di programmi che prevedono la presenza di un pubblico in studio. Rimangono invece in onda i programmi di infotainment, come Mattino Cinque e Pomeriggio Cinque, e quelli di natura giornalistica.

Anche i palinsesti generalisti stanno venendo incontro ai propri spettatori, offrendo nuovi contenuti pensati per l’intrattenimento di tutte le fasce d’età in un momento di emergenza. Italia 1 ad esempio ha rivoluzionato la propria offerta per tutta la famiglia. Dalle prime ore del mattino, riservate ai più piccoli, ai programmi pomeridiani come The Flash e The Big Bang Theory pensati per la fascia teen, fino ai film adatti a tutta la famiglia. Tanti i film mai trasmessi in daytime, come La Bella e la Bestia e Paddington.