MIADigital

Nonostante la miriade di piattaforme destinate alla fruizione di contenuti mediali e ai loro bassi costi, la pirateria online non sembra arrestare la sua corsa. Il problema non riguarda solo il mercato musicale, ma anche (e soprattutto) quello audiovisivo, da sempre nel mirino.

Secondo un recente studio pubblicato da TorrentFreak infatti il 2021 sembra essere un anno prolifico per la pirateria, soprattutto per i padroni del Box Office: da “Black Widow” (rimasto in cima alla classifica dei film più piratati per 3 settimane consecutive), a “Crudelia” passando per “A Quiet Place 2” fino a “The Suicide Squad – Missione suicida” non ci sono film che siano sfuggiti al problema.

Perciò se da una parte la pandemia ha dato la possibilità di godere della visione di nuovi film anche da casa (come è avvenuto per le nuove uscite targate Disney), ha creato anche una maggiore facilità nel rendere i contenuti “piratabili”.