MIADigital

Qual è il ruolo femminile nel mondo audiovisivo? Sì può parlare di uguaglianza di genere? Uno studio pubblicato dallo European Audiovisual Observatory mostra le percentuali di donne impiegate nel settore televisivo e audiovisivo.

Tanti ancora i passi da percorrere in tema di uguaglianza nel settore audiovisivo. Lo studio dello European Audiovisual Observatory divulgato il 1 settembre 2021 e intitolato Female audiovisual professionals in European TV fiction production inquadra la presenza delle donne nelle categorie professionali dell’audiovisivo e della fiction tra il 2015 e il 2019, in particolare nei ruoli di leadership, regia e produzione.
Da quanto emerge dal report, tra il 2015 e il 2019 la percentuale di donne impiegate nella regia di fiction e film TV nell’UE era al 20%, mentre solo il 17% di episodi girati è stato diretto da staff femminili.

La situazione cambia invece per il settore di produzione dove tra il 2015 e il 2019 le donne hanno prodotto o co-prodotto più episodi rispetto agli uomini, anche se di un leggero scarto. Un altro dato che emerge nel settore produttivo è che la quota di episodi prodotti o co-prodotti da almeno una donna è pari al 44%; di questa percentuale il 61% da una sola donna, mentre il 39% da un team femminile.

Secondo lo studio dello European Audiovisual Observatory, nonostante si inizino a vedere dei miglioramenti in campo occupazionale per quanto riguarda la gender equality, molti rami necessitano di un grande incremento e la strada verso la parità di genere è ancora lunga.