La Rai ha approvato il bilancio 2020, illustrato al consiglio di amministrazione dall’amministratore delegato Fabrizio Salini. Il bilancio 2020 si chiude con un risultato netto consolidato in pareggio e una posizione finanziaria netta negativa per 523,4 milioni. Un peggioramento rispetto al 2019, “ma comunque attestato su livelli di sostenibilità”. Sono gli effetti della pandemia. Nel 2020 le attività produttive sono state ridimensionate, generando a loro volta “una significativa riduzione dei ricavi”.

I ricavi per il 2020, registrano un calo di quasi 147 milioni di euro (-5,5%), dovuto alla contrazione dei canoni. Una contrazione dovuta “sia agli impatti negativi della pandemia su quelli speciali, sia all’effetto una tantum nel 2019 della contingenza per porzioni di canoni precedenti”. I ricavi pubblicitari sono diminuiti di circa 45 milioni di euro. In calo anche le altre fonti di ricavo, in particolare a causa della situazione critica del settore cinematografico.

Nel corso del 2020 sono state adottate iniziative di contenimento dei costi, per un risparmio di circa 140 milioni, che hanno riguardato in particolare l’area sport e del personale. Continuano inoltre gli incentivi all’esodo, per i quali sono stati stanziati 15 milioni di euro.

Per quanto riguarda i risultati editoriali, nel 2020 i canali del gruppo Rai hanno registrato il 35,2% sull’intera giornata e il 36,0% sul prime time. Le piattaforme digitali hanno registrato circa 260 milioni di ore totali come tempo trascorso sulla piattaforma con circa 1.700 milioni di visualizzazioni.

“Nonostante le difficoltà estreme, il cinema non si è mai fermato. Rai Cinema non si è mai fermata. E con noi tanti produttori indipendenti con cui abbiamo lavorato senza sosta; garantire la prosecuzione delle produzioni ha significato tenere acceso il motore del cinema italiano, in attesa di una ripartenza complessiva”.

Con queste parole, durante il convegno online dal titolo “A riveder le stelle”, l’amministratore delegato Paolo Del Brocco ha presentato l’ampio elenco di film pronti, in produzione e in sviluppo prodotti da Rai Cinema.

Del Brocco ha riflettuto sull’importanza del contributo di Rai Cinema per i lavoratori e le aziende attive nell’industria audiovisiva italiana in un periodo così complicato e ha fatto alcuni annunci importanti per il settore. L’amministratore delegato di Rai Cinema ha rivelato che verranno realizzati i capitoli 2 e 3 di Diabolik, costruendo così una trilogia intorno al celebre personaggio dei fumetti: i Manetti Bros. inizieranno le riprese dei due nuovi episodi già da ottobre. Inoltre, sono state fissate le date di uscita di tre attesissimi film: il 28 ottobre 2021 approderà sui grandi schermi Freaks Out di Gabriele Mainetti; il 16 dicembre 2021 il primo capitolo di Diabolik; e il 30 dicembre La Befana vien di notte 2, prequel del film di successo del 2018, con la new entry Monica Bellucci.

Per maggior informazioni riguardo il bilancio consultare: www.rai.it