MIADigital

Più di 140 proiezioni e 80 tra anteprime mondiali e di mercato, oltre 40 titoli tra film, serie televisive e documentari selezionati per il Co-Production Market e Pitching Forum.

Dal 13 al 17 ottobre 2021 torna il MIA|MERCATO INTERNAZIONALE AUDIOVISIVO, diretto da Lucia Milazzotto, evento fondamentale e imperdibile dell’intero sistema cine-audiovisivo italiano – per favorire l’esportazione di prodotto, le co-produzioni e le relazioni di business a livello internazionale – che anticipa i primi dettagli e appuntamenti del variegato programma della settima edizione.

Dopo essere stato uno dei pochi appuntamenti in presenza nel 2020, il MIA si riconferma anche quest’anno polo di attrazione per i top players del settore, la cui partecipazione si preannuncia già numerosa. Centinaia di richieste che testimoniano la sempre più grande fiducia degli operatori verso il territorio e la volontà di potenziare il business e le collaborazioni con l’Italia, che anche grazie al MIA diventa ancora più centrale nella produzione scripted e unscripted. Inoltre, si segnala per il 2021 un aumento del +30% nel numero di proiezioni cinematografiche, più di 140 proiezioni e 80 tra anteprime di mercato e anteprime mondiali, ad ulteriore riprova della voglia di tornare a vedere il cinema al cinema e di incontrarsi di nuovo dal vivo con distributori, registi e con tutta la comunità cinematografica internazionale.

Il MIA è nato e continua a crescere grazie alla consolidata joint venture tra ANICA – l’Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive Multimediali presieduta da Francesco Rutelli e APA – l’Associazione Produttori Audiovisivi di Giancarlo Leone, e il rinnovato supporto di Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ICE (Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane), con il contributo di MiC (Ministero della Cultura), Ministero dello Sviluppo Economico, Regione Lazio e programma MEDIA dell’Unione Europea. Rinnovate anche per quest’anno le partnership con i principali sostenitori del MIA, quali UniCredit, Apulia Film Commission e Fondazione Cinema per Roma, a cui si aggiungono nuovi sponsor per il 2021, come Fastweb.

La settima edizione si svolgerà come di consueto a Roma, negli spazi di Palazzo Barberini, del Cinema Moderno e del Cinema Quattro Fontane, per accogliere in totale sicurezza l’industria nazionale e internazionale. Come nella precedente edizione, l’attività on-site sarà potenziata e integrata da quella online, attraverso la piattaforma MIA DIGITAL.

MIA SCRIPTED: GRANDI OSPITI INTERNAZIONALI
Joe Russo e Alon Aranya
Il Keynote d’apertura della divisione MIA Scripted, curata da Gaia Tridente, sarà affidato al pluripremiato e celebre regista, autore e produttore JOE RUSSO, Co-Chairman con il fratello Anthony Russo della casa di produzione AGBO. I Russos sono i fratelli più famosi di Hollywood, con film che hanno registrato record di incassi, come il quartetto di film realizzati per la Marvel Cinematic Universe Captain America: The Winter Soldier (2014), Captain America: Civil War (2016), Avengers: Infinity War (2018) e Avengers: Endgame (2019). La loro società di produzione, AGBO, crea contenuti con uno storytelling dirompente e innovativo, sempre alla ricerca di nuovi modelli da sperimentare. Attraverso AGBO, i Russos hanno prodotto 21 Bridges, Mosul, Relic ed Extraction. Hanno anche diretto Cherry, uscito su Apple TV nel 2021, e sono attualmente in produzione alla regia di The Grey Man che uscirà nel 2022. Oltre ai loro successi cinematografici e televisivi, i Russos sono anche co-fondatori – insieme a quasi venti colleghi tra registi e artisti – di Bullitt, uno studio creativo e collettivo di registi incentrato sulla creazione di brand-integrated entertainment e contenuti pubblicitari, utilizzando la tecnologia più avanzata per abbattere le barriere tra inserzionisti e pubblico. Joe Russo sarà intervistato in esclusiva al MIA da Sean Furst, Presidente Film & TV di Skybound Entertainment.

Tra i protagonisti della settima edizione anche il produttore e scrittore Alon Aranya, al MIA per un keynote focalizzato sui suoi numerosi successi. Tra questi la serie TV Your Honor, di cui è Executive Producer, con Bryan Cranston e prodotta per Showtime, remake americano della serie israeliana Kvodo, di cui è stata appena confermata una seconda stagione. Alon è inoltre Executive Producer della serie AppleTV+, Tehran, e di molti show televisivi internazionali. Alon è fondatore della società di produzione Paper Plane Productions, che ha attualmente un accordo di first look con Apple TV +. Paper Plane Productions è attualmente in produzione con Best Seller Boy, uno show originale olandese in co-produzione con CBS Studios International, Willy Waltz International e NPO. La società di produzione sta inoltre sviluppando molte serie negli Stati Uniti, in Israele, Olanda, Germania, Francia e Irlanda. Modererà l’incontro Michael Gordon, Global Television Agent di CAA.

MIA SCRIPTED: CO – PRODUCTION MARKET E PITCHING FORUM
28 progetti di film e serie in anteprima
Il Film Co-Production Market & Pitching Forum presenterà a un pubblico di key players nazionali e internazionali una selezione di 14 progetti di lungometraggio cinematografico, provenienti da 8 Paesi. Ben 5 dei 12 progetti selezionati sono di registe donne, a riprova dell’impegno del Mercato a favore dell’inclusività e della valorizzazione del lavoro femminile e, inoltre, la metà dei titoli sono di registi alla propria opera prima o seconda.
Tra i titoli che verranno presentati: AFTER THE HURRICANE di Julian Jarrold, già regista di diversi episodi di The Crown per Netflix; ARTURO’S VOICE, opera seconda di Irene Dionisio, già vincitrice di diversi premi (tra cui Nastro d’Argento e Solinas); FOROUGH: A LONELY WOMAN dell’autrice Tina Gharavi; LAST CHORD IN THESSALONIKI di Eran Riklis, uno dei più importanti rappresentanti del cinema israeliano; LES ITALIENS di Silvio Muccino, insieme a Carla Vangelista, co-sceneggiatrice di tutti i suoi film; TODAY…TOMORROW… di Ray Yeung, regista di Suk Suk, presentato con successo alla Berlinale.
Oltre alla selezione internazionale, per il secondo anno il Film Co-Production Market & Pitching Forum presenta inoltre WANNA TASTE IT?, sezione dedicata esclusivamente a progetti cinematografici italiani in sviluppo e piattaforma di lancio e crescita per l’industria e il talento italiani, grazie al networking mirato con potenziali sales e finanziatori e incontri con esperti del settore e rappresentanti di istituzioni e fondi.

Sono 14 i progetti di serie internazionali presentati in anteprima nel Drama Co-production Market & Pitching Forum di quest’anno. Sul palco si alterneranno produttori di ben 12 diverse nazionalità e provenienti Italia, Regno Unito, Canada, Cipro, Francia, Finlandia, Belgio, Ucraina, Germania, Islanda, Spagna e Bulgaria.

Tra i titoli che verranno presentati: COVERDALE prodotta da Pinball London e creata da Paula A. Vaccaro e Aaron Brookner; FARPOINT co-prodotto da Caretta Films, Three River Fiction e distribuito da ZDF Enterprises; D’ARTAGNAN AND CO, creata da Yann Le Gal e prodotta da AT-Production; NEST OF SNAKES, prodotta da Film.UA Group e creata da Anastasiia Lodkina; la serie 177 DAYS. THE KIDNAPPING OF FAROUK KASSAM, prodotta da Bim Produzione e scritta da Vincenzo Marra, Lea Tafuri e Antonio Manca; arriva sempre dall’Italia la serie GANGS OF ROME, prodotta da Minerva Pictures Group e scritta da Peppe Fiore da un’idea di Gianluca Curti; e ancora FIREWORKS co-prodotta da Fandango e Matrioska, diretta da Susanna Nicchiarelli e scritta con Marianna Cappi; THE RECRUITER, prodotta da Sienna Films e creata da David Vainola e Allan MacDougall; THE TRIP, prodotta da Glassriver e scritta da Andri Ottarsson e Baldvin Z.

MIA SCRIPTED: PANEL E TALKS
Il fitto programma della divisione Scripted prevederà specifici appuntamenti dedicati al mondo cinematografico e a quello televisivo e delle piattaforme digitali. Tra questi il panel New Business Models in Television si concentrerà sul nuovo panorama della AD-supported TV, passando per una riflessione sul ruolo che può svolgere l’analisi dei contenuti basata sull’intelligenza artificiale per film e serie tv. Interverranno nel panel Stuart McLean, CEO di Fast Studios; Cristina Sala, Senior Business Development Italy TV Plus ESBO di Samsung; Tobias Queisser, Co-founder & CEO, di Cinelytic. Modererà l’incontro Rick Jacobs, CEO di Skybound Galactic, co-curatore della sessione.
Nel panel Film Financing Bundles si analizzeranno, invece, con i principali attori del settore le opportunità di finanziamento dei film e i modi in cui si è evoluto l’approccio al finanziamento dei film negli ultimi anni. Interverranno: Carolyn Steinmetz, EVP, Head of Content Finance di STX Entertainment; Alexandra Hoesdorff Co-Founder e CEO di Deal Productions; Maxime Cottray, VP Finance and Production di XYZ Films, Matteo Perale, Co-Founder di WIIP e Andrea Scrosati, COO Fremantle. Modererà la sessione Andrea Scarso, Director of Investments di Ingenious Media e co-produttore del panel.
Siamo lieti di annunciare la partnership della divisione Scripted con il TorinoFilmLab che, in una sessione di Hosted Pitch al MIA 2021, presenterà in anteprima i 9 progetti della quinta edizione di SeriesLab, programma di alta formazione dedicato a progetti di serie TV europee innovativi e di alto profilo. Sotto la guida dell’Head of Studies, Nicola Lusuardi e di tutor di livello internazionale, i partecipanti 2021 hanno sviluppato il trattamento del pilota e il pitch del concept che verranno presentati proprio in occasione del MIA.

MIA SCRIPTED: C EU SOON
Il programma dedicato alle opere prime e seconde di registi europei
Cinque film sono stati selezionati a C EU Soon, il programma di film work in progress curato da Francesca Palleschi e dedicato alle opere prime e seconde europee in post-produzione. Tra i titoli, NASIM, dei registi Ole Jacobs e Arne Büttner; TEMPS MORT (Time Out), prodotto dalla società belga Kwassa Films e coprodotto con la francese Les Films de l’Autre Cougar, della regista francese Eve Duchemin. Opera prima del regista slovacco Michal Blaško, OBEŤ (Victim); MĀSAS (Sisters), opera prima della promettente regista lettone Linda Olte; BERDREYMI (Beautiful beings), diretto da Guðmundur Arnar Guðmundsson, il cui primo lungometraggio Hjartasteinn (Heartstone) è stato presentato in anteprima alle Giornate degli Autori e premiato con il Queer Lion alla 73. Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, passando poi per gli European Film Awards e la sezione Discovery del Toronto International Film Festival.

MIA UNSCRIPTED
R.J. Cutler, Cosima Spender e Valerio Bonelli
La sezione MIA Unscripted, curata da Marco Spagnoli, proporrà una serie di incontri internazionali di altissimo livello, che vedrà alternarsi alcune illustri personalità del settore. Tra queste l’acclamato produttore e regista R.J. CUTLER, in prima linea nella produzione di documentari americani negli ultimi trent’anni. Dal suo documentario candidato all’Oscar The War Room alla sua rivoluzionaria serie in prima serata vincitrice di un Emmy, American High; dal suo vincitore del Sundance Award The September Issue al successo globale di quest’anno Billie Eilish: The World’s A Little Blurry, il lavoro di Cutler ha dimostrato l’ampio fascino e la vitalità del mercato della saggistica da molto prima che qualcuno parlasse di età d’oro del documentario. Nel keynote R.J. Cutler. Dispatches from The Golden Age, il regista approfondirà lo stato dell’arte, analizzando l’attuale panorama dei documentari, in un momento storco in cui film e serie di saggistica dominano di fatto la conversazione culturale.

Tra i protagonisti della settima edizione anche COSIMA SPENDER e VALERIO BONELLI, rispettivamente regista e team editoriale di Palio e SANPA – Peccati del Salvatore, al centro del keynote Documentary Storytelling. In questo appuntamento i due, attingendo dalla propria esperienza che li ha visti collaborare per oltre vent’anni, esploreranno le diverse modalità con cui sviluppare i personaggi e costruire una narrazione in un documentario, che si tratti di un lungometraggio o di una serie, dall’inizio alla consegna, passando per la delicata fase del montaggio, dove più emerge la visione del regista.

MIA UNSCRIPTED: DOC PITCHING FORUM
13 progetti di feature doc e docuserie in anteprima internazionale
Con 13 progetti che spaziano dallo sport alla musica, dall’ambiente alla politica, il Doc Pitching Forum di quest’anno sarà contraddistinto da una grande varietà di contenuti, incentrati su personaggi forti, contraddittori e misteriosi.
È il caso, per la categoria “Feature Doc”, di LIVE TILL I DIE, per la regia di Anders Teigen, Oscar Hedin, Gustav Ågerstrand e Åsa Ekman, prodotto da Film and Tell; TOPPER HEADON, I FOUGHT THE LAW di Lionel Guedj, prodotto da To Be Continued; SLAVE ISLAND, prodotto dalla Harald House Belgium BV e diretto da Jimmy Hendrickx e Jeremy Kewuan; THE MAYOR – ME, MUSSOLINI AND THE MUSEUM di Piergiorgio Curzi e Sabika Shah Povia, prodotto da Maurizio Carta per Road Television. STONEBREAKERS di Valerio Ciriaci, prodotto da Awen Films e ambientato durante la pandemia. Tra i progetti selezionati anche SUNKEN MEMORIES, prodotto da Leonardo Baraldi per Schicchera production e diretto da Luca Manes; 5 NANOMOLES – THE OLYMPIC DREAM OF A TRANS WOMAN di Elisa Mereghetti; I DON’T FORGIVE di Simone Spampinato ed Elisa Faccioni, prodotto da Manuel Grieco per Jumping Flea; WANTED: RONI KALDERON, diretto da Erez Laufer e Hilla Medalia. Grande spazio nella sezione viene poi riservato alla categoria delle docuserie, tra cui spicca QUEEN OF CHESS di Bernadett Tuza Ritter, un progetto in cinque episodi prodotto da Queenside Pictures e selezionato in collaborazione con Docs Barcelona, sulla storia della vera Regina degli Scacchi. Si continua con RADICALS, diretta da Matteo Ferrarini e prodotta da Matteo Pecorara per Small Boss; ODYSSEY: BEHIND THE MYTH di Massimo Brega, prodotta da Camilla Tartaglione per Kepach; REMAKING OF LOVE, prodotto da Zenit Arti Audiovisive dei registi Lucio Basadonne e Anna Pollio.

Moltissime le novità del MIA 2021, che vede un palinsesto sempre più ricco, incluso il nuovo programma dedicato all’innovazione tecnologica “Innovation for Creative Industries” – grazie alla convenzione con il Ministero dello Sviluppo Economico – che esplorerà le avanguardie dell’innovazione applicate all’audiovisivo. Tra le novità anche “Next Generation EU” – che potenzia sempre di più la capacità di essere un incubatore di accesso al mercato dei giovani professionisti e talenti del futuro – e i programmi legati all’innovazione e ai giovani sceneggiatori in collaborazione con la Regione Lazio. Non mancheranno poi gli approfondimenti legati ai modelli di business del settore, all’industria e al prodotto italiano, tra cui i content showcase di film, drama, doc e factual. Questo e molto altro nel ricchissimo programma del MIA 2021, che verrà diffuso per intero nelle prossime settimane.