Dalla Regione Lazio 22 milioni per cinema e audiovisivo

Dalla Regione Lazio 22 milioni per cinema e audiovisivo

Presentati i fondi messi a disposizione dalla Regione Lazio per cinema e audiovisivo. Le risorse da programma per il 2019 saranno 22 milioni di euro.

La Regione Lazio ha annunciato il programma operativo annuale per il 2019 a sostegno dell’industria cinematografica e audiovisiva. Un comparto strategico per la Regione che ha deciso di aumentare le risorse e spingere gli investimenti nel settore. L’obiettivo è quello di rendere la regione Lazio un punto di riferimento non solo nazionale, ma anche europeo. Ecco alcuni dei punti principali del programma 2019 per cinema e audiovisivo della Regione Lazio.

Lazio Cinema International, progetto che finora ha già finanziato 50 co-produzioni internazionali, a luglio avrà una nuova finestra da 7 milioni, e per il 2019 verranno stanziati 10 milioni di euro.  Per la crescita del cinema italiano, il Fondo cinema riceverà 9 milioni di euro ai quali si aggiungeranno quasi 2 milioni del Fondo di rotazione per le giovani imprese (prestiti a tasso agevolato per l’avvio di opere cinematografiche e audiovisive). Per rendere le sale cinematografiche più tecnologiche e multifunzionali e promuovere l’uscita di film di qualità saranno messi a disposizione 1 milione di euro. Importanti anche le risorse destinate alla conservazione del patrimonio cinematografico e audiovisivo attraverso contributi a fondo perduto per il restauro e alla digitalizzazione delle pellicole.

Sostegno alle fondazioni e agli eventi per promuovere cinema e audiovisivo. La Regione Lazio supporterà anche eventi e fondazioni che promuovono cinema e audiovisivo sul territorio, tra cui lo stesso MIA – Mercato Internazionale dell’Audiovisivo, che – come si legge sul sito della Regione – Lazio “ha rappresentato una novità importantissima di questi anni per fare sistema e per rafforzare la dimensione internazionale del settore”. La regione sosterrà inoltre le iniziative dedicate al cinema nei quartieri insieme a quelle che porteranno la Settima arte nelle scuole. Confermato anche il progetto “Torno Subito” per formare nuovi talenti e professionisti del settore.