MIADigital

Il premio che Fabrique du Cinema assegna ogni anno al cinema italiano da quest’edizione prende il nome di Fabrique du Cinema Awards e acquisisce un carattere internazionale: oltre ai soliti premi, si aggiungono quattro nuove categorie (miglior lungometraggio, miglior cortometraggio, miglior webserie e il premio speciale per la Miglior Sceneggiatura breve offerto da Premiere Film) che premiano il cinema di tutto il mondo, con particolare attenzione alla creatività e all’innovazione.

La serata di premiazione avrà luogo il 15 dicembre a Roma. Qui di seguito le nomination di quest’anno, tra cui figurano anche film presenti alle precedenti edizioni del MIA Market e di NCN (New Cinema Network). La lista completa di tutti i premi e maggiori informazioni sono disponibili sul sito.

 

MIGLIOR LUNGOMETRAGGIO INTERNAZIONALE

House of Norway (Jan Vardøen / Norvegia)

The Song of Sway Lake (Ari Gold / USA)

Bikini Blue (Jarek Marszewski / Polonia)

Dim The Fluorescents (Daniel Warth / Canada)

 

MIGLIOR OPERA PRIMA ITALIANA

I figli della notte (Andrea De Sica / Italia)

Guarda in alto (Fulvio Risuleo / Italia) – NCN 2015

I peggiori (Vincenzo Alfieri / Italia)

Easy (Andrea Magnani / Italia)

 

MIGLIOR OPERA INNOVATIVA e SPERIMENTALE ITALIANA

Sicilian Ghost Story (Fabio Grassadonia e Antonio Piazza / Italia)

A Ciambra (Jonas Carpignano/ Italia – Francia – Germania)

Gatta Cenerentola (Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Dario Sansone / Italia)

Orecchie (Alessandro Aronadio/Italia)

 

MIGLIOR TEMA MUSICALE ITALIANO

Vito Lo Re – La ragazza della nebbia

Diego Buongiorno – Monolith

The Sweet Society – Brutti e cattivi

Stefano Lentini – Taranta on the road

 

MIGLIOR ATTORE RIVELAZIONE

Giacomo Ferrara – Guarda in alto di Fulvio Risuleo

Josafat Vagni – Dove cadono le ombre di Valentina Pedicini

Fabio Balsamo – Addio fottuti musi verdi di Francesco Capalbo

Simone Liberati – Cuori puri di Roberto De Paolis

 

MIGLIOR ATTRICE RIVELAZIONE

Silvia D’Amico – The Place di Paolo Genovese

Selene Caramazza – Cuori puri di Roberto De Paolis

Valentina Bellè – Una questione privata di Paolo e Vittorio Taviani

Valentina Vannino – L’intrusa di Leonardo di Costanzo