INNOVAZIONE PER LE INDUSTRIE CREATIVE

Il programma di Innovazione per le industrie creative è una delle lenti attraverso cui il MIA quest’anno offre un percorso di approfondimento sul tema dell’innovazione tecnologia e sulla digitalizzazione legata al comparto audiovisivo.

 

1. Virtual Production Experience

La pandemia ha messo in evidenza come le tecnologie applicate alla produzione audiovisiva possano contribuire sia a livello creativo che produttivo a un miglioramento globale della produzione di contenuto. Girare senza limiti creativi, in piena sicurezza è possibile grazie all’uso delle tecnologie.

 

Il MIA farà vivere un’esperienza unica a tutti gli accreditati che potranno entrare in un vero set di Virtual Production allestito all’interno di Palazzo Barberini.

 

Grazie alla partnership con OneExtra, per la durata dell’evento sarà possibile vedere in opera un volume LED miniaturizzato costituito da pannelli micro LED passo 1.5 forniti da Wave&Co, società partner di Onextra e leader nella vendita, progettazione, installazione e riparazione di schermi LED.

 

I fondatori di OneExtra sono Hive Division, un ibrido tra una casa di produzione cinematografica e uno studio VFX, e One O One Games, sviluppatore Unreal Engine di primaria importanza, forte di oltre 50 artisti e beta tester di tutte le tecnologie di Epic Games.

 

Il personale e i tecnici di Onextra saranno a disposizione dal 12 al 14 ottobre nella Virtual Production Demo Room – sala 35 di Palazzo Barberini, Roma. Per informazioni e prenotazioni contattare info@onextra.com

 

2. Keynote Conversation
Giovedì 13 ottobre
11.30 (50’)
Cinema Barberini 6

 

“The Submarine Scheme. How Original IP Could be Created for the Virtual Worlds?”

I giganti della produzione globale si avvalgono dei loro team creativi per creare contenuti originali per i mondi virtuali. Si discuterà delle potenzialità del metaverso come luogo di creazione di contenuti in grado di coinvolgere un target di spettatori molto giovani e come nuova forma di business e di sfruttamento di IP.

 

Submarine è una società di produzione che sviluppa e produce lungometraggi, serie, documentari, progetti di animazione e transmediali. Submarine si è affermata come società innovativa, riunendo registi e creatori internazionali, affermati ed emergenti, provenienti dall’Europa e dagli Stati Uniti, per produrre contenuti con un vero appeal internazionale per oltre due decenni. Come si possono creare IP originali per il mondo virtuale? Questo è uno dei temi che verranno affrontati nella Keynote Conversation con Femke Wolting, vincitrice di due Emmy Awards e CEO e titolare di Submarine Entertainment. L’innovativa casa di produzione sviluppa e produce lungometraggi, serie, documentari, progetti di animazione e transmediali e riunisce registi e creators internazionali affermati ed emergenti provenienti da Europa e Stati Uniti. Intervistata da Richard Middleton, redattore di TBI, Femke parlerà del potenziale del metaverso come spazio che favorisce la creazione di contenuti in grado di rivolgersi a spettatori molto giovani, e come nuova forma di business e di sfruttamento di IP.

 

Speaker:
Femke Wolting – CEO & Owner, Submarine Entertainment
Moderator:
Richard Middleton – Editor of TBI

 

3. Hybrid panel
Giovedì 13 ottobre
9.00 (60’)
Cinema Barberini 3

Documentary filmmaking inside the war

 

Una vetrina di documentari importanti in diverse fasi di sviluppo, che dimostrano l’uso delle tecnologie nella produzione di documentari e l’approccio non convenzionale degli autori: Risen from the Ashes (FILM.UA Group), Pictures from War (Starlight Media), Hardest Hour (1+1 media), Against All Odds (A. Lytvynenko), Divided Ukraine (F. Schiavi), It’s not a full picture (Dariusz Jablonski, EPC)

 

Speakers:
Alan Badoev – Film Director, Video Clip Director and Producer, Ukraine (Project: Hardest Hour);
Inna Filippova – Head of Distribution, 1+1 media, Ukraine (Project: Hardest Hour);
Dariusz Jablonski – Vice President EPC (Project: It’s not a full picture);
Artem Lytvynenko – Film Director, Gingers Media, Ukraine (Project: Against All Odds);
Olena Malkova – Producer, FILM.UA Group, Ukraine (Project: Risen From Ashes);
Federico Schiavi – Film Director, CEO, Nacne sas, Italy (Project: Divided Ukraine. What language do you express love in?);
Dmytro Troitskyi – Director of Television, Starlight Media, Ukraine (Project: Pictures from War)

 

4. Ministero dello Sviluppo Economico
Martedì 11 ottobre
12.00 (60’)
Cinema Barberini 3

 

Panel: Sviluppo della tecnologia 5G nel settore della produzione e della distribuzione dei contenuti audiovisivi

Nell’ambito della convenzione siglata tra il MIA e il Ministero dello Sviluppo Economico nel 2021, grazie al sostegno della Direzione generale per i servizi di comunicazione elettronica, di radiodiffusione e postali un programma di innovazione tecnologica di tipo sperimentale, il MIA ha realizzato un programma volto alla promozione dei progetti di ricerca e dei programmi di innovazione delle tecnologie emergenti già avviati dal MiSE nel settore dell’audiovisivo. Durante le date dell’ottava edizione del MIA, il MiSE parlerà delle strategie legate al comparto audiovisivo e per presentare i progetti pilota vincitori del bando del MiSE Progetto 5G audiovisivo (2022). Il Mise presenterà le proposte progettuali innovative, vincitrici del bando, finalizzate all’impiego ed allo sviluppo della tecnologia 5G nel settore della produzione e della distribuzione di contenuti audiovisivi.

 

Speakers:
Francesco Soro (Direttore Generale per i Servizi di comunicazione Elettronica, di Radiodiffusione e postali I Ministero dello Sviluppo Economico), Donatella Proto, soggetti aggiudicatari del bando.

 

Venerdì 14 ottobre
10.30 (60’)
Cinema Barberini 6

 

Media e Minori: Tutela dei giovani rispetto ai videogiochi tra e-sports and pro-gamers

Da sempre i videogame hanno permesso a chiunque di accedere ad una nuova realtà, identica e parallela a quella in cui vive. Tuttavia, se negli anni ’80 le competizioni di videogames si limitavano ad attribuire solamente gloria, nel 2019 nei cosiddetti e-sport il monteprimi più ricco messo in palio ammonta a 100 milioni di dollari. Al pari degli sport tradizionali, gli e-sport, noti anche come e-game, vengono sempre più spesso praticati a livello “agonistico”. E-stadium, indica il luogo in cui si assiste alle sfide, i pro-player sono i giocatori professionisti. In che modo le istituzioni intervengono per la tutela dei minori in questo ambito? L’escalation del fenomeno dal 2011 ad oggi è stata sorprendente: sempre più giovani di età inferiore a 24 anni, da soli o in gruppo, hanno trasformato le loro skills nei videogames in una vera e propria professione, diventando pro-player.