Raccolta pubblicitaria in aumento: i risultati delle reti italiane

La televisione italiana sorride: raccolta pubblicitaria in aumento rispetto allo scorso anno. Dati in crescita sopratutto per La7.

Trend positivo per gli investimenti pubblicitari in tv da gennaio a settembre 2018: 2,633 miliardi di euro con un aumento del 1,2% rispetto allo scorso. Secondo la rielaborazione dati di ItaliaOggi, ottimi risultati per Mediaset che raccoglie il 57,5% del totale degli investimenti tv, nonostante il calo nel mese di settembre ha mantenuto una crescita del 2,7% rispetto al 2017. Risultati stabili a settembre per la Rai che però non contiene la perdita di investimenti rispetto allo scorso anno, che nel periodo gennaio-settembre ammonta a 3,7%.

Il miglior risultato va a La7 che aumenta la sua quota di mercato e la raccolta pubblicitaria del 4% rispetto al 2017. Segno più anche per Discovery (+1,9%) e Sky (+1,2%). Tra le reti italiane a crescere di più è La7, grazie anche ai numeri positivi in termini di share. Nel mese di ottobre la media del prime time è del 5,2% di share con un aumento del 50% sullo stesso periodo del 2017. Confermando questi numeri, nella fine dell’anno La7 potrebbe chiudere la raccolta pubblicitaria attorno ai 145 milioni di euro con +5% rispetto al 2017.

Il successo della rete di Urbano Cairo è dovuto soprattutto alla programmazione di informazione politica con programmi come Otto e Mezzo, share medio a 7,82% (+42% rispetto al 2017), seguono diMartedì di Giovanni Floris a 7,26% (+51% rispetto al 2017) e Non è l’arena di Massimo Giletti al 6,48%. Il trend positivo raccoglie comunque quasi l’intera programmazione La7, prospettando una forte crescita della rete e della raccolta.