La 4° edizione dell’Infinity Film Festival, patrocinato da Air3 Associazione Italiana Registi, LUISS Creative Business Center, IED, Civica Scuola di Cinema, Scuola Nazionale Cinema Indipendente e Accademia Italiana Videogame e Associazione Produttori Televisivi e aperto a tutti gli aspiranti cineasti e videomaker, ha annunciato i titoli dei due progetti vincitori nelle categorie documentario e fiction.  Per la prima categoria ha vinto il documentario L’ultimo imperatore – Intervista a Pierino Brunelli di Carlani-Dogana, mentre per la fiction si è imposto il cortometraggio La turista olandese di Geraldine Ottier, un’esordiente. ll documentario L’ultimo imperatore, narrato dalla voice off di Maccio Capatonda , racconta la storia di Pierino Brunelli, un contadino romagnolo autoproclamatosi imperatore della “Magna Romagna”, impegnato per gran parte della sua vita a progettare un nuovo ordine mondiale basato sull’equilibrio fra l’uomo e la natura. L’Impero racconta la storia dell’utopia bucolica creata a Ponte Cucco, in provincia di Cesena, da questo “simpatico megalomane, un mitomane che crede di essere la reincarnazione di Giulio Cesare, di Mussolini e di Gesù Cristo”, come lo ha definito Giorgio Gherarducci della Gialappa’s Band, che per primo scoprì Pierino Brunelli all’interno del programma Mai dire Tv. La turista olandese invece ripercorre in pochi minuti la storia di Candida, una curiosa ragazza dai capelli rossi che ama fotografare le situazioni più strane. Proprio grazie a questo suo hobby conoscerà Claudio, un nobile annoiato che rimane immediatamente affascinato dalla stranezza e dal tenero sorriso di questa misteriosa ragazza. Insieme vivranno una giornata fatta di piccoli gesti che lascerà un segno nelle loro vite.