Dalla fiction alla realtà: Arya e Khaleesi, eroine di Game of Thrones, sono fra i nomi più diffusi fra i nuovi nati nel 2018.

Tutti lo sanno. Game of Thrones, la cui ottava stagione è volta al termine scorsa notte, è la serie dei record: per budget, ascolti, seguito sui social e premi ricevuti. Non tutti, però, sanno che sono sempre più numerosi i neo-genitori che hanno deciso di dare ai loro figli i nomi dei personaggi di GoT. Nel 2018, infatti, si è registrato un autentico boom di neonati chiamati come alcuni protagonisti della serie tv e nessun Paese in cui va in onda la serie sembra essere immune dalla tendenza.

A partire proprio dagli Stati Uniti, dove, stando ai dati diffusi dalla Social Security Administration, in particolare è stato il personaggio di Arya Stark ad aver ispirato molti neo-genitori. Una voga iniziata nel 2011, quando è cominciato la serie, con una crescita esponenziale lo scorso anno che ha portato Arya ad essere usato 2545 volte, 119° nella classifica dei nomi femminili più scelti negli USA. Spopola anche Khaleesi (560), che nel linguaggio della serie significa “regina” ed è uno dei tanti appellativi con cui è chiamata Daenerys, rientrando l’anno scorso nella top 500 dei nomi del 2018. A volte, poi, non sono i protagonisti della storia ad influenzare la scelta ma i titoli delle singole puntate. Per le femminucce sta, infatti, avendo grande successo anche Winter, in onore allo storico primo episodio della serie, ‘Winter is coming’. Ovviamente il fenomeno ha rigurdato anche i maschietti anche se in modo meno intenso: nel 2018 ci sono stati 547 Jaime, 311 Jon e 59 Renly.

Destino analogo per molti bambini in Spagna, che ha ospitato, tra l’altro, diverse location dell’adattamento televisivo della saga letteraria di George R.R. Martin. L’Instituto Nacional de Estadística (INE) fa sapere che ad aprile 2019 ci sono in tutto il Paese 637 Arya (o Aria) e 57 Daenerys oltre a ben 144 Stark, nome della celebre casata nobiliare al centro della storia di Game of Thrones, anche se ad avere la meglio (almeno all’anagrafe) è la stirpe rivale Martell, nome scelto in 628 casi.