Venezia 74, annunciato il programma: tra i molti italiani, presente anche Happy Winter, vincitore di MIA|IDS 2015

Annunciato il programma completo della 74esima edizione del Festival di Venezia. Tra i film in competizione ufficiale e anche nelle altre sezioni figurano molte opere italiane e anche dei film presenti nelle due precedenti edizioni di MIA, tra cui spicca il documentario Happy Winter di Giovanni Totaro, vincitore nel 2015 di un premio del MiSE – Ministero per lo Sviluppo Economico per lo sviluppo di progetti di documentario presentati nell’ambito di MIA|IDS (Italian Doc Screenings).

Nel concorso principale sono da segnalare quattro film italiani: Ammore e Malavita dei Manetti Bros. (Madeleine, Manetti Bros. Film, Rai Cinema, con il contributo del MiBACT, in associazione con TamTam, con il sostegno di Film Commission Regione Campania), presente a What’sNextItaly 2016; Hannah di Andrea Pallaoro (Partner Media Investment, Rai Cinema, To be Continued, Lorand Entertainment, con il contributo del MiBACT, con il sostegno di Fondo Lazio Cinema International, FédérationWallonie-Bruxelles, Eurimages, Creative Europe Media Development); Una Famiglia di Sebastiano Riso (Indiana Production, BacFilms, Rai Cinema); The Leisure Seeker di Paolo Virzì (Indiana Production, Rai Cinema, con il contributo del MiBACT, in associazione con 3 Marys Entertainment).

Tre sono gli italiani nella sezione Fuori Concorso: Il Signor Rotpeter di Antonietta De Lillo (Marechiaro Film); Diva! di Francesco Patierno (Casta Diva Pictures, D.O. Consulting & Production); Il Colore Nascosto delle Cose di Silvio Soldini (Lumière & Co., Ventura Film, Rai Cinema, con il contributo del MiBACT, RSI Radiotelevisione svizzera / SRG SSR, in associazione con Crédit Agricole Via, con il sostegno di Regione Lazio, Repubblica e Canton Ticino).

Nella sezione Orizzonti, oltre a Nico, 1988 di Susanna Nicchiarelli che apre la competizione, è da segnalare Brutti e Cattivi di Cosimo Gomez, presente a What’sNextItaly 2016.

La sezione Cinema nel Giardino è quasi tutta italiana: i film in programma sono infatti Manuel di Dario Albertini (BiBi Film Tv), Controfigura di Ra di Martino (DugongFilms, In Between Art Film, Snaporazverein, Produzioni Illuminati) e Nato a Casal di Principe di Bruno Oliviero (Cinemusa, Rai Cinema). Prevista inoltre la proiezione speciale di Suburra – La Serie, che sarà disponibile dal prossimo autunno su Netflix.

Tre sono le proiezioni speciali di documentari, tutte italiane: La Lunga Strada del Ritorno di Alessandro Blasetti; Barbiana ’65 La Lezione di Don Milani di Alessandro G.A. D’Alessandro; Lievito Madre – Le Ragazze del Secolo Scorso, di Concita de Gregorio e Esmeralda Calabria.

Il programma completo è consultabile sul sito ufficiale del Festival.